Le tradizioni

« torna alla pagina di San Valentino

Le tradizioni della Festa dell'uvaLa cultura popolare rappresenta l’insieme di credenze, riti, cerimonie e comportamenti che hanno in passato caratterizzato la società contadina in particolare.
Il patrimonio di tradizioni delle popolazioni abruzzesi è ricco e significativo, ed è stata materia d’indagine di tanti studiosi: Paolo Toschi, Gennaro Finamore, Antonio De Nino, Tommaso Bruni, Giovanni Pansa, Domenico Priori, Alfonso M. Di Nola.

Ci può essere un nesso tra la paleontologia e il folklore (da folk-popolo e lore-sapere)?
Noi pensiamo proprio di si. Lo testimoniano secoli di credenze, durante i quali i fossili e le ambre furono creduti oggetti di magia e di mistero. Nel medioevo ispirarono miti e leggende, quando furono utilizzati come potenti amuleti o come ingredienti per preparare pozioni magiche e curative. Proveremo ad approfondire questo tema alla ricerca di un "paleofolklore".
San Valentino custodisce uno straordinario patrimonio di tradizioni e di testimonianze e si distingue per la conservazione di feste e rituali religiosi e non, molto antichi.
Tra questi vanno segnalati:

  • La festa di S. Antonio Abate, la processione del Venerdì Santo, i fuochi di S. Giovanni (ormai estinta purtroppo), la festa di S. Donato, le Feste Patronali del 9,10 e 11 settembre, tutte legate a ricorrenze religiose.
  • La “Processione di S.Martino” , la sera del 10 novembre, tipica sopravvivenza di culti ancestrali, di carattere profano.


Per approfondire l'argomento, potete leggere:
Tradizione e sviluppo umano di Silvio Pascetta